Piccolo Museo del Lavoro e dell'Industria

 

"G. Bresciani"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prima paginaBenvenutoAttività in corsoEventi speciali

Visita virtualeCollezioniDove come quandoTeche e archiviMuseo esteso

Archeologia per tuttiVolontariSociSostenitoriRingraziamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dove Come Quando

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alcune informazioni pratiche e dei consigli per rendere la visita al

Museo quanto più semplice e piacevole possibile, purtroppo ad

oggi senza poterne trarre vantaggio, dato che il museo, quello

fisico, ancora non esiste se non come magazzino di reperti...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dove trovarci

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Italia Centrale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tuscia Romana, Lago di Bracciano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comune di Bracciano 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bracciano Città - Centro Storico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rione Stazione - Via Ettore Latini 21

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il "Piccolo Museo del Lavoro e dell'Industria" aprirà a Bracciano,

appena fuori Roma nell'immediato Nord-Ovest della Regione

Lazio, scrigno di Cultura Etrusca dell'antica zona vulcanica dai

Laghi di Bolsena, Vico e Bracciano al Mar Tirreno, un territorio

con quelli umbro e toscano da sempre definito "il cuore verde

dell'Italia", più tardi noto anche come "Tuscia Romana".

 

Raggiunta la Cittadina sarà facilissimo trovarci nel suo Centro

Storico, al "Rione Stazione", fra la Stazione Ferroviaria ed il

Palazzo Comunale, incastonato nell'inconfondibile complesso

storico "VillinoBresciani" al civico 21 della centralissima ma

tranquilla Via Ettore Latini, proprio in prossimità dell'ingresso

principale ai Giardini Pubblici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Raggiungere Bracciano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Viste le alternative, non dovrebbe presentare difficoltà e neanche

arrivare alla sede del Piccolo Museo dovrebbe richiedere né

cartina né bussola, arduo piuttosto trovare un eventuale

parcheggio nelle sue immediate vicinanze, ma assolutamente

niente di irrisolvibile, non di certo se si sono vissute delle

traumatiche esperienze romane...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In treno da Roma o Viterbo

 

FR3 Roma-Viterbo

Stazione di Bracciano

Da Roma Ostiense / Trastevere / Quattro Venti / San Pietro

Coincidenza Metropolitana da Roma Valle Aurelia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In auto da Roma

 

A90 Grande Raccordo Anulare

Alternativa 1: A12 / E80 Roma-Civitavecchia

Alternativa 2: Sp4a Via Claudia 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In auto dall'Aeroporto di Fiumicino FCO  

 

A12 / E80

Alternativa 1: A90 Grande Raccordo Anulare

Alternativa 2: Ss1 Via Aurelia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In auto da Civitavecchia  

 

A12 / E80

Alternativa 1: Via Terme di Traiano

Alternativa 2: Sp2c Strada Provinciale Aurelia Sasso Manziana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In auto da Viterbo 

 

Sr2 Via Cassia

Alternativa 1: Sp1 Strada Provinciale Cimina

Alternativa 2: A12 / E80

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Apertura e accessibilità

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Riguardo poi ad orari e condizioni di apertura del Museo, a tempo

dovuto sarà tutto consultabile in un definitivo Regolamento

interno, ma partendo dalla situazione odierna in proiezione futura

sarà data priorità a concordate visite collettive di scuole e

associazioni, come pure ad eventuali permanenze di studio e

ricerca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piccoli musei a gestione privata raramente dispongono delle

risorse umane ed economiche necessarie a garantirne orari di

apertura al pubblico regolari e continuativi (note le difficoltà del

Museo dell'Opera del Duomo, ma quasi identiche quelle del

Museo Civico a gestione pubblica), per cui raccomandiamo

vivamente di prenotarne la visita con buon anticipo, così da

garantirsi l'apertura almeno degli spazi espositivi, se non altri.

 

Le attuali finalità della visita, il numero e l'età dei visitatori

richiedono in ciascun caso preparazione ed impegno adeguati da

parte del personale, importante quindi sapere se la visita sia di

singoli, piccoli gruppi familiari, gruppi oltre le cinque persone,

se scolaresche di quale livello, se la visita avvenga per interesse

generale o specifici motivi di studio e in tal caso a quali fini.

 

 

Volentieri una breve descrizione degli eventuali interessi, quelli

personali o quelli comuni del gruppo in visita, la quale potrebbe

permetterci un certo grado di personalizzazione o almeno

adattamento della visita, perché risulti di ottimale gratificazione,

particolarmente per quanto riguarda la scelta della guida e la

selezione degli audiovisivi.

 

Il Museo vuole essere luogo "di tutti" e "per tutti", quindi "aperto

a tutti" e, nei limiti dell'attuabile, "accessibile a tutti", per cui

informandoci qualora tra i visitatori vi siano persone con difficoltà

motorie o quali altre, faremo del nostro meglio per accoglierle e

rendergli i locali quanto più "fruibili" per una visita "a loro agio".

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

 

Promemoria

   

 

                                   

 

                                   

 

 

Per facilitare il nostro lavoro nel rendervi la

visita la migliore possibile, personalizzata,

interessante e piacevole, fateci gentilmente

sapere in anticipo:

 

- quando pensiate di effettuarla, la data,

l'orario di arrivo ed il tempo a disposizione

 

- quante persone vi intendano partecipare e

quali le fasce d'età (bambini, anziani)

 

- se gruppo organizzato, Associazione, nome,

sede, responsabili e recapiti

 

- se gruppo scolastico, Istituto, nome, livello,

sede, responsabili e recapiti.

   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il tutto semplicente con una mail a

 

piccolomuseolavoro@tusciaromana.info

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Apprezzamento che conta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'introdurre o meno un pagamento fisso del biglietto d'ingresso

dipenderà alla fine da quale e quanto supporto esterno il Museo

riuscirà a mobilitare e ottenere, sia in termini di adesioni agli

"Amici del Museo", con la disponibilità di lavoro volontario, che

di sostanziali contributi economici pubblici e privati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Biglietto a taglia unica - "Adulti", "Ridotti", "Studenti", "Giovani", "Bambini 0-6 anni",

"Over...", "Pensionati", "Gruppi"...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'intera struttura, l'adattamento dei locali, gli allestimenti museali,

le teche e gli archivi, saranno realizzate grazie all'opera gratuita

fornitaci dai nostri sponsor, aziende locali di spicco nei rispettivi

settori le quali scelgono in questo modo di mostrare attivo

interesse ad una sana ed efficace pubblicizzazione del territorio in

cui operano.

 

Per quanto riguarda reperti, collezioni, letteratura e

documentazione, anche questo sarà interamente frutto di

donazioni private, come pure i locali concessi in comodato d'uso,

le attrezzature, sia informatiche che fotografiche e quelle per

produzioni e/o proiezioni audiovisive, messe "a disposizione"

secondo le esigenze operative del Museo.

 

 

Quale Centro Culturale "al servizio della società e del suo

sviluppo, senza fini di lucro", intendiamo per quanto possibile

basare le nostre attività, sia interne che esterne, su contributi di

lavoro volontario da parte degli "Amici del Museo", permettendoci

di evitare che i visitatori debbano pagare un prezzo fisso del

"biglietto di ingresso".

 

Al termine della visita ciascuno avrà occasione di dimostrare il

proprio apprezzamento sotto forma di contributo volontario,

proporzionale al "valore percepito" di quanto davvero ricevuto e

alle proprie possibilità, a nostro parere un modo semplice ed equo

di permettere a tutti, anche non abbienti e famiglie numerose, di

"nutrirsi" di cultura.

 

 

Un ulteriore contributo economico alle attività del Museo potrà

essere l'acquisto, a ricordo della visita e per approfondirne i temi,

di qualitative riproduzioni fotografiche dei reperti e

documenti esposti o produzioni audiovisive basate su originali

materiali di archivio, anche rari, riguardo quanto per ciascuno di

maggior rilevanza o piacevole memoria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Visite di studio e collettive

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Museo propone ed incoraggia visite di studio, individuali e

soprattutto di gruppo, di scuole e associazioni culturali, da

aver luogo vuoi all'interno vuoi all'esterno del Museo, ma solo se

in precedenza comunicate, in modo da essere adeguatamente

preparate, pianificate ed organizzate insieme dal personale

museale e le guide responsabili della visita.

 

Le visite fanno parte dei "Servizi educativi" offerti dal Museo,

sempre oggetto di programmi e progetti ad hoc di natura

didattico-divulgativa, curandone la creazione insieme ad istituti

scolastici ed altri soggetti culturali attivi sul territorio,

raccogliendo, ma anche producendo se richiesto, il necessario

materiale didattico relativo in collaborazione con gli interessati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I servizi intendono promuovere una più proficua interazione tra

Museo e scuole, sviluppando attività da realizzare con modalità e

procedure di "laboratorio", che consentano a studenti, docenti e

chiunque altri lo desideri di acquisire in pratica collettiva

conoscenze e competenze a partire dall'esperienza diretta con il

supporto documentale.

 

Che anche docenti ne facciano parte attiva insieme ai giovani,

chiamati ad una condivisa proposta educativa, a fianco degli

operatori museali e dei loro alunni nel prepararla con ricerche,

personali e di gruppo, e la produzione propria di materiale

nell'affrontarne un autonomo lavoro creativo, ne faciliterà la

successiva verifica con gli studenti una volta tornati in sede e

fornirà al Museo un prezioso riscontro per ulteriori miglioramenti

dell'offerta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In qualsivoglia visita collettiva, sia effettuata nei locali del

Museo come all'esterno, da evitare gruppi troppo numerosi, per

non finire nel dare "informazioni-monologo" o "istruzioni",

consentendo piuttosto a ciascuno spazi e tempi che nei limiti del

possibile permettano un dialogo secondo i propri interessi, che

scaturisca da curiosità o associazioni anche estemporanee, e

sempre "a propria utilità e gradimento".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prima paginaBenvenutoAttività in corsoEventi speciali

Visita virtualeCollezioniDove come quandoTeche e archiviMuseo esteso

Archeologia per tuttiVolontariSociSostenitoriRingraziamenti